Seminari, i giovani religiosi di Anagni prevalgono su Capodimonte

03-05-2011

di Giovanni Mauriello  

I seminaristi del Pontificio Collegio Leoniano di Anagni sollevano per il secondo anno consecutivo la coppa al cielo, aggiudicandosi la sesta edizione del campionato italiano di calcio a 6 dei Seminari d’Italia. Ed è stata proprio la formazione diocesana di Capodimonte – che nella propria Casa ha ospitato l’evento - a contrastare fino alla fine la vittoria ai futuri preti del basso Lazio, cedendo solo nell’ultimo minuto di gioco: 4-3 il risultato della combattuta finale.   Dieci i Seminari  presenti a Napoli per questa manifestazione di sport, aggregazione e di formazione verso il sacerdozio. Tre giorni di iniziative varie dal 28 al 30 aprile hanno accompagnato i futuri presbiteri di Anagni, Ancona, Assisi, Bologna, Catanzaro, Chieti, Molfetta, Napoli, Posillipo e Potenza che si sono confrontati non solo sui campetti di Capodimonte, ma anche lungo gli itinerari di storia e cultura, visitando tra l’altro le Catacombe di San Gennaro ed il lungomare di Mergellina ed assaggiando la buona pizza napoletana in un caratteristico locale della costa flegrea.   Accolti da don Antonio Serra, rettore del seminario diocesano “Alessio Ascalesi” sulla collina dei Colli Aminei, i giovani studenti sono stati accompagnati dai rispettivi educatori. I momenti di preghiera dei Vespri e delle Lodi mattutine sono stati vissuti con i vescovi ausiliari della curia napoletana, monsignor Lucio Lemmo e monsignor Antonio Di Donna, mentre l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe ha celebrato l’Eucarestia nella Cappella Maggiore prima degli incontri finali e la consegna delle targhe ricordo.   Tante le partite disputate, dopo la sfilata delle squadre con le bandiere regionali e l’accensione del fuoco dei Giochi nel primo giorno della manifestazione, nonostante l’inclemenza del tempo. Sotto una pioggia battente anche l’ultima fase del campionato, e la finalissima per la conquista della sesta coppa. Il torneo, atteso tra i giovani futuri sacerdoti con forte entusiasmo, è stato vivace e tecnicamente assai valido, per la presenza di alcuni atleti che hanno militato in squadre giovanili di prestigio. Diverse le presenze straniere con giovani seminaristi africani, sudamericani ed europei   Il podio è stato completato con il terzo posto del seminario pontificio regionale di Molfetta, vittorioso in finale sul seminario marchigiano Pio XI di Ancona. I dorici tornano però nella riviera del Conero con il premio per il miglior attaccante, Filippo Vici. A Capodimonte è invece rimasto il trofeo destinato al miglior portiere, Michele Guasco. Al seminario di Potenza è invece stata assegnata il premio fair play del torneo.   Alle premiazioni sono intervenuti il presidente provinciale del Coni, Amedeo Salerno ed il responsabile del CSI partenopeo, Antonio Papa. Con loro i rettori dei seminari di Ancona, Posillipo, Molfetta, Anagni e Napoli. Il prossimo anno il torneo si terrà ad Assisi o Catanzaro.