Trentamila giovani, forse di più, con il Sermig all'incontro mondiale in piazza Plebiscito

05-10-2014


Piazza Plebiscito gremita di giovani, per il IV appuntamento mondiale del Movimento Sermig, Arsenale per la Pace. Con il fondatore Ernesto Olivero i gruppi di azioni cattolica delle parrocchie diocesane ed associazioni religiose di paesi stranieri. 

L'accoglienza per i più piccoli, con gli angoli per lo sport, sono stati curati dai volontari del CSI Napoli. Etnie diverse a confronto per palleggi e tiri a canestro, percorsi ad ostacoli e gimkane. Presente il consigliere di presidenza nazionale Salvatore Maturo. 
Musiche, canti e testimonianze, tra cui quello di una ragazza in lingua aramaica, il linguaggio della Terra d'Israele ai tempi di Gesù di Nazareth, è stata declamata la Lettera alla Coscienza, contenente il grido dei giovani che hanno perso fiducia nelle istituzioni, di tutti gli umiliati della storia e di chi ha paura di vivere in una società senza più principi. 
A conclusione della serata il cardinale Sepe ha lanciato a tutti i presenti un forte messaggio di speranza ed un augurio per il prosieguo del percorso mondiale di Sermig.